mimmo iervolino website

Una canzone per dare Dio...

Le mie canzoni più belle scelte per voi

Le mie canzoni

La compilation “Le mie canzoni più belle scelte per voi “ (giugno 2007) contiene 13 canzoni scelte tra le mie preferite l’ultima “Troverai la Vita” è nuova 

Troverai la Vita rappresenta la mia anima in questo periodo. Sempre alla ricerca di Dio, che tante volte gioca a nascondino e fa male e fa soffrire, magari dall’altra parte ci sarà la Resurrezione e allora…

Questa compilation è nata per dare l’idea dei miei ultimi tre lavori discografici, una specie di sintesi del percorso fatto fin qui.

Un mare per volareIn sintoniaUn cielo c'è BuonenuoveInnamorami di TeJesus on lineM'ama ci credoAngelo tuNon mi arrenderòPerché io lo soOltre il tempoAttimi di cieloTroverai la vita

Ieri, un altro giorno era
sulla la collina verde chiaro.

Alberi da frutta: melograni,
castani, rosso sangue.

E il cielo cadeva giù al tramonto,
un altro giorno andava
tra inferno e Paradiso,
tra l’acqua e il sale.

Ma da cuore a cuore ti direi
l’estate se ne va e con lei la vita
se non ti sbrighi perderai il tuo treno,
perderai il tuo treno.

Ma da cuore a cuore ti direi
il fuoco accenderò per riscaldarti,
per rinfrescarti la memoria
un fiume ti darò da bere
e un mare per volare,
per volare un mare,
un mare per volare.

Domani, che sarà domani?
Non più collina, solo case
Alberi, gente normale,
tra le cose da fare, da dire, da cercare.

Da lassù non cade più una nuvola
lacrime e pioggia a sera
tra inferno e Paradiso
gioia, dolore.

Rit.

Né ieri, né domani,
ho solo oggi tra le mani
col poco, nel poco, fedele ti sarò
per essere ora qui e per sempre…

Un mare per volare…

123456…
Bisogna far tacere tutte le altre voci
per poter sentire solo quella del cuore.
(Ma come fare in mezzo ad una giungla di rumori
ad ascoltare quella voce.) x 2

Come alla radio cerchi la frequenza giusta,
così il tuo battito ha il suo ritmo,
il suo numeretto.
Ritmare tu lo sai da Dio,
t’ ha musicato
ascolta pure senza più paura.

Se ti sei sintonizzato proprio adesso
batti le mani,
batti il cuore,
batti te stesso.
Abbatti indifferenza e qualunquismo,
barriere secolari,
muri d’ogni età…
Stiamo per diventare un’altra realtà:
uno…

123456
Quando son smorte,
spente tutte le altre voci
puoi ascoltare bene solo quella del cuore,
che ti ricrea, ti solleva,
ti sostiene, t’avvicina
a tutte le altre persone.

Quando hai deciso
di camminare in quella direzione
con l’anima aperta come fosse un portone,
ti senti luccicare,
illuminare,
sollevare
verso quell’unico sole.

Con questa canzone nel 1997 vinsi l’ANKON FESTIVAL,
come miglior testo e migliore interpretazione.
In Giuria c’erano i migliori parolieri del momento,
compreso MOGOL. Alex BRITTI
che allora era uno sconosciuto, mi accompagnò sul palco,
aveva da poco partecipato al Sanremo giovani, da dove era stato escluso.
Sicuramente lui non se lo ricorderà, ma io si,
gli feci i migliori auguri che di lì a poco sarebbe stato famoso,
perchè la sua canzone mi piacque davvero molto.
Di lì a poco divenne il tormentone dell’estate 1998.
Pensavo che con quella vittoria avrei ricevuto
qualche proposta discografica allettante,
visto che c’erano anche dei discografici, in realtà mi diedero
una coppa, un piatto d’argento, un cesto natalizio e un milione di lire.
La stretta di mano di Mogol, che purtroppo non immortalai,
e i suoi complimenti riguardo alla canzone
che gli sembrava la più originale, la più coerente
e quella meglio interpretata. Scusate se è poco,
ma si vede che una cosa è il giudizio di Mogol
ed un altro è l’andazzo della discografia tou cour…

Un Cielo c’è

Quanta vita ancora c’è
da far rivivere,
che grida dalle strade
e dai telegiornali.
Sono l’aperitivo
ed anche il digestivo
del pranzo di Natale
di questa civiltà.
Mi vien da digiunare e poi
partire per andare ad asciugare
almeno qualche lacrima.

Quanta storia ancora c’è
da far cambiare rotta,
alla deriva troppo spesso
tra le pubblicità.
Ogni giorno spacca il cuore
una violenza nuova.
Caino ha gli occhi bassi
non vuol guardare in alto.
E tutto si ripete ormai
ma c’è chi l’ ha spezzata
questa storia e si aprirà…

Un Cielo c’è che ci ha amati
e ci riama ed è per noi
che si è fatto
tenero bambino,
figlio dell’umanità.
E d’ora in poi
tutte le storie che ci sfiorano
hanno un volto nuovo quello Suo.

Quanto perdono c’è
da offrire a piene mani,
che chiuda quelle buche
e tutte le ferite.
Ogni giorno fredda il cuore
un conflitto nuovo.
Dall’Africa al Giappone
ogni guerra è non Amore.
Quanti popoli ci chiamano,
richiamano quel volto
di quel Dio: Amore.

Quanta gente ancora c’è
che aspetta te e me
al battito del tempo, agli angoli del mondo. Dal freddo di una grotta
al caldo di Calcutta
sei sempre Tu che aspetti
questa civiltà.
Son tanti ormai a crederci
che tutto si può fare
insieme a Te (te): miracoli.

Un Cielo c’è che ci ha amati
e ci riama ed è per noi
che si è fatto
tenero bambino,
figlio dell’umanità.
E d’ora in poi
tutte le storie che ci sfiorano
hanno un volto nuovo quello Suo.

Molte non sono nuove e buone
danno solo ciò che è scuro.
Altre t’ammazzano il morale,
altre ti anticipano guai.

Molte non sono vere e serie
e il bene non c’è mai.
Altre t’annegano il computer,
altre ti tirano giù.

Ma ce ne sono di buonenuove
di buone che non svaniscono,
di nuove che costruiscono
il presente e il futuro,
che credono in te
nel vero, nel buono e nel bello che hai
e che c’è in questo mondo…

Buonenuove, buonenuove
dal cielo in poi e per te.
Buonenuove, buonenuove
dentro di te e me.
Buone nuove per Dio in me e te.

Molte t’arrivano sbiadite
e si fa tanta confusione.
Poi ci si mettono i Mass Media
e i paparazzi degli scoops.

Ma ce ne sono di buonenuove
di buone che non svaniscono,
di nuove che costruiscono
il presente e il futuro,
che credono in te
nel vero, nel buono e nel bello che hai
e che c’è in questo mondo…

Buonenuove, buonenuove
dal cielo in poi e per te.
Buonenuove, buonenuove
dentro di te e me.

Anche un tramonto bello di sera
o il mare vero dell’anima,
lo sfondo buono degli occhi tuoi
son buonenuove, buonenuove

(per l’ascolto andate nel CD BUONENUOVE)

Innamorami di Te
amore grande, amore puro, amore vero.
Innamorami di Te
per gli altri giorni,
altri domani, altri “perché?”
Innamorami di Te
perché son piccolo di fronte all’infinito.
Innamorami di Te
da non poter più vivere se non per Te.

Innamorami di Te
mentre guardo in alto e poi ti scopro dentro me.
Innamorami di Te
perché fatico a risalire la sorgente.
Quel mio sole che sei Tu
rischiari l’alba, la mia vita, la mia gioia.
Innamorami di Te
per riscoprirti sempre nuovo, amore vivo.

Innamorami di Te.
Innamorami di Te
Innamorami di Te

Perché sei tutto quel che può
entrare in tutta la mia vita.
Perché sei Tu l’unica pace
che può placare questo mare.
Sei Tu la forza dentro me
quando son nulla per amore come Te.

Innamorami di Te
amore grande, amore puro, amore vero.
Innamorami di Te
per gli altri giorni,
altri domani, altri “perché?”

Quel mio sole che sei Tu
rischiari l’alba, la mia vita, la mia gioia.
Innamorami di te
da non poter piu’ vivere se non per Te.

(per l’ascolto andate nel CD BUONENUOVE o nella versione solo chitarre nel CD VEGLIANDO LE STELLE)

A causa di questa canzone mi ritrovai nel 2001 a partecipare agli Unity awards di Washington. Susan Stein, manager americana mi ascoltò al meeting di Schio (VI) e scendendo dal palco mi disse “Come with me in America” ed io: “Do you’ll pay for me ticket?”. Mi avrà capito ed infatti mi ritrovai a Washington per un tour americano insieme a Roberto Bignoli. Di lì passammo per Toronto dagli organizzatori della GMG che vollero inserirci nei programmi musicali della GMG e così mi ritrovai a cantare davanti a 800.000 persone, prima che arrivasse il Papa per l’incontro di preghiera.

E ti sorprendi quando ti prende.
E ti sospende tra cielo e mente.
Diventi anche un re,
per te si fa per tre,
è un amico,lo troverai

Non ti sorprendi se ci stai dentro.
Naviga bene e lo troverai.
Www . Heaven è il suo solo sito.
E’ un amico, lo troverai.

Jesus on line, cliccalo dentro te… (x 4)
Non perderlo mai. Non perderti mai.
Ricliccalo dentro te.

Apri alla Vita la tua bella storia.
Giocati l’unico gioco da vincere.
Diventa anche un re,
navigando il tuo “te”
per quest’amico, lo troverai.

Jesus on line, cliccalo dentro te… (x 4)
Non perderlo mai. Non perderti mai.
Ricliccalo dentro te

M’ama ci credo

M’ama, non m’ama? Sai che ti ama.
Credo, non credo? Sai che ci crede… (bis)

in te e ti sta dentro, più dentro di te.
E ti sta accanto, più accanto di te. Uh, oh…

M’ama, non m’ama? Sai che ti ama.
Credo, non credo? Sai che ci crede… (bis)

in te e riempie il tuo mondo,
anche fuori di te.
A volte non parla,
ma è lì con te. Uh, oh…

E se vuoi, essere felice,
e se vuoi essere più trandy,
impara dall’amore che c’è.
E se vuoi, essere felice,
e se vuoi essere più trandy,
impara dalla vita che c’è
dentro te e intorno a te.

M’ama, non m’ama? Sai che ti ama.
Credo, non credo? Sai che ci crede… (bis)

in te, dà luce ai tuoi giorni,
alla tua strada,
per tutto il cammino
fino all’arrivo. Uh, oh…

E se vuoi, essere felice,
e se vuoi essere più trandy,
impara dall’amore che c’è.
E se vuoi, essere felice,
e se vuoi essere più trandy,
impara dalla vita che c’è
dentro te e intorno a te.

Tu angelo tu,
amico delle stelle e di chi vuoi tu.
Sì, angelo blu, vai forte in aeroplano.

Tu angelo tu,
nemico delle guerre e dei tabù.
Qui, angelo blu,
atterri sopra un dolce manto blu:
è questo mare, teorema.

Blu, angelo blu.
Mitico tu.
L’angelo blu, sei tu.

Blu, angelo blu.
Mitico tu.
L’angelo blu, sei tu.

Giù, a testa in giù,
fai l’angelo distratto dalla TV.
Su, guarda un po’ su,
ma trovi mille nuvole, lassù:
su questo mare, teorema.

Blu, angelo blu.
Mitico tu.
L’angelo blu, sei tu.

Blu, angelo blu.
Mitico tu.
L’angelo blu, sei tu.

Non credi alle streghe,
all’incrocio delle dita,
al 13, al 17, al gatto nero.
Non invochi gli spiriti,
né vendi l’anima al diavolo.
Sei pronto a credere solo in quel Dio…

Ti guardi intorno e vedi solo i potenti che raschiano
le risorse della terra.
I poveri sempre più poveri e i ricchi sempre più ricchi.
Questo ti fa rabbia e ti fa dire:
“Ma c’è un Dio Amore che può permettere questo?” e allora:
“Crederci è difficile, solo Tu puoi dirmelo. Non cerco soluzioni,
né facili illusioni. Sento che mi sfuggi, ma non mi arrenderò”.

Pop rock per dire il disagio,
e l’elettronica delle tastiere per dire l’amore
e la passione della ricerca della fede.

Non mi arrenderò

Non ci sono anche per me.
Mi nascondo dentro te,
che mi stai scrutando ormai
da dietro quegli occhiali scuri.

Azzurro di mattina presto,
polmoni pieni di tristezza
per tanto mondo che si svende,
cercando un posto tra le sponde…

di questo grande mare,
di questo grande cielo
navigato, levigato dal rasoio dei potenti
e da tutta quella gente
che non ce la fa più.

Non ci sono anche per te.
Mi nascondo dentro me.
E mi sto facendo male
perché è dura da morire…

in questo grande mare,
in questo grande cielo
navigato, levigato dall’amaro che mi prende
e per tutta quella gente,
che non ce la fa più.

Crederci è difficile e solo Tu puoi dirmelo.
Non cerco soluzioni, né facili illusioni,
ma sento che mi sfuggi ed io mi arrenderò.

Crederci è difficile e solo Tu puoi dirmelo.
Non cerco soluzioni, né facili illusioni,
E sento che mi sfuggi, ma non mi arrenderò

Cos’è l’amore o chi è l’amore?
Se si ama fino a dare la vita si sa cosa è l’amore e chi è.
È la nuda croce che bisogna abbracciare ogni giorno,
ogni volta che si ripresenta.
Bisogna sapere che non si presenta la croce,
ma il crocifisso e allora amare è
“stringerti di più tra il cuore e l’essere,
mentre brucio per amore tutto il sé
perché io lo so e più non so quanto ti amo.
Vorrei dirtelo così: senza parole”.

Perché io lo so

Io lo so che questo è amore:
se non vivo più per me.
Spengo il cuore ai desideri,
per far posto solo a Te.

Io lo so che quest’amore,
chiede che sia tutto in Te.
E’ un morire per amore,
in ogni istante, qui, per Te.

E’ stringerti di più tra il cuore e l’anima.
Nuda croce che è un”perché”
senza risposta.
Ed è stringerti di più tra il cuore e l’essere,
mentre brucio per amore tutto il “sé”.

Perché io, lo so e più non so.
Io lo so e più non so, quanto ti amo.
Vorrei dirtelo così:
senza parole,
senza parole,
senza parole,
solo per amore,
senza parole,
senza parole,
senza parole,
solo per amore.

Io lo so, ma più non so…
E vorrei esserti vivo.
Quante volte è più dolore,
non sentirti vivo, qui.

Io lo so che quest’amore,
chiede tutto dalla vita,
chiede il vuoto più totale,
che fa male, perché è amore.

E’ stringerti di più tra il cuore e l’anima.
Nuda croce che è un”perché”
senza risposta.
Ed è stringerti di più tra il cuore e l’essere,
mentre brucio per amore tutto il “sé”.

Perché io, lo so e più non so.
Io lo so e più non so, quanto ti amo.
Vorrei dirtelo così:
senza parole,
senza parole,
senza parole,
solo per amore,
senza parole,
senza parole,
senza parole,
solo per amore.

Sono molto affezionato a questa canzone
perché ha tradotto il mio “farmi prossimo”
a uno dei più cari miei collaboratori,
quando era ammalato tanto gravemente da essere in pericolo di vita.
Volevo, con questa canzone fargli capire
che c’è un “oltre” nel quale sperare e
che può dare senso anche alle sofferenze.
“E allora me ne andai così con in cuore solo un sogno,
d’incontrare il senso della vita mia, che va oltre il tempo”.

Il pianoforte Rhodes e le chitarre fanno diventare
questa bossanova molto originale.
I particolari intrecci armonici la rendono accattivante.

Oltre il tempo

Camminavo per la mia strada
quando a un tratto me ne sono andato
coi pensieri, navigando a sprazzi,
un cielo nuvoloso.

Camminando per la stessa strada
mi si disse: «Resta ancora a casa»,
ma cambiai il ritmo alle parole
del cielo nuvoloso.

E m’affacciai per dire: «Ciao!
Ci rivedremo forse mai».
A denti stretti salutai
in un addio improvviso.

E m’affacciai per dire: «Ciao!».
Un altro mondo v’incontrai
in una luce intensa dove il cielo è vivo,
come il cielo estivo,
come il cielo estivo,
come il cielo…estivo…

Camminavo per la stessa strada,
l’asfalto lungo un viale albeggiato
da tanti sogni, alcuni avverati
e un cielo senza fine.

Camminando per la mia strada
mi si disse: «E’ ora di partire»,
ma cambiai il tono alle parole
del cielo senza fine.

E allora mi fermai così
raccogliendo il mio respiro,
nell’ultimo minuto
prima di partire.
E poi me ne andai così
con in cuore solo un sogno,
d’incontrare il senso della vita mia,
che va oltre il tempo.
… che va oltre il tempo,
che va oltre il tempo,
che va oltre il tempo.

Gli anni ti passano sopra come le nuvole e si dissolvono nelle storie quotidiane,
ma Dio ritorna quando meno te l’aspetti
e ti fa toccare con mano la gioia di esserci, per Lui:

“Ti presenti di nuovo e il cuore ti riascolta sereno.
Senza dubbio sei Tu che riempi d’amore questi attimi di cielo”.

Attimi di cielo

Quanta acqua che è passata,
sotto ai ponti di questa vita,
colorata a tinte chiare
e quando il grigio arrivava
c’eri tu, accanto tu, ogni volta.

Quanta brina s’è posata,
nei miei mattini d’inverno,
con il freddo lasciato fuori
e la pioggia scrosciante,
c’eri tu, accanto tu, ogni volta…

Ti facevi presente e il cuore
ascoltava sereno.
Senza dubbio eri tu,
che riempivi d’amore
quegli attimi di cielo… (bis)

Che riempivi d’amore
quegli attimi di cielo.

Quanti anni andati ormai.
Ti riconobbi a vent’anni
e da molti ti stringo al cuore
e se non fosse per te,
morirei ogni volta,
ma oggi stesso…

Ti presenti di nuovo e il cuore,
ti riascolta sereno.
Senza dubbio sei tu,
che riempi d’amore
questi attimi di cielo… (bis)

che riempi d’amore
questi attimi di cielo.

Sono stati anni di fuoco che voglio ridonare a te
e ringraziarti, ritrovarti come allora, come ora…

Rit.

Troverai la vita

Guardare in faccia alla vita,
anche se è dura da vivere.
Non sempre ha un volto felice,
che ti ispira fiducia.

Guardarsi in faccia da dentro,
capire che spesso si è falsi.
Il fuori e il dentro coincidono,
soltanto di rado.

Ma la realtà e la verità,
non fanno a botte mai.
Se solo andassi più giù, in profondità,
ti troveresti in alto a un cielo azzurro,
che la vita poche volte sfiora,
perché troppo presi dal quaggiù,
tra mille distrazioni e tante tentazioni,
la vita se ne andrà e non ti lascerà che il nulla.

Guardare in faccia alla vita,
anche quando è dura la salita,
sapendo che c’è chi ti ama
e per te ha dato la sua vita…v

È questa la realtà e la verità,
che non fanno a botte mai.
Se solo andassi più giù in profondità…
Ti ritroveresti in alto a un cielo azzurro,
che se la Vita incontrassi adesso,
venderesti ogni cosa per averla,
darebbe senso ad ogni cosa,v darebbe vita alla tua vita
e finalmente troveresti, ameresti la VITA.

La vita è un volto, un cuore:
Gesù presenza di Dio.
La vita è scelta di essere di Dio Amore

Video Preferiti

Articoli recenti

Updated: 14 maggio 2016 — 8:36
mimmo iervolino website © 2016
Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On Google PlusVisit Us On Youtube